Dronitaly e DronEzine portano i droni agricoli alla fiera AgriLevante – DronEzine

Bari, 12-15 ottobre 2017 Lo scorso giugno FederUnacoma, federazione dei produttori di macchine agricole, e Mirumir hanno siglato un accordo che affida in e…

Sorgente: Dronitaly e DronEzine portano i droni agricoli alla fiera AgriLevante – DronEzine

Come utilizzare i droni nell’agrigoltura è il tema della prossima quinta edizione Agrilevante, l’esposizione Internazionale delle macchine, degli impianti e delle tecnologie per la filiera agricola dove la Mirumir accompagnerà le aziende che presentano mezzi, tecnologie e servizi a pilotaggio remoto dedicati all’agricoltura.

Agri-Bots 01

Oggi la robotica nel campo dell’agricoltura è abbastanza avanzata, siamo passati dalle macchine pilotate a remoto dall’uomo, alle macchine pilotate da remoto dai droni. Questo permetterà di lavorare nei campi, vigneti, filiere, e coltivazioni varie con delle macchine agricole automatizzate che terminato il lavoro torneranno in rimessa.

Oltre ai droni, le applicazioni della robotica si declinano in una serie di robot agricoli, detti anche Agbots o Farm Bots.

Si tratta di una linea di macchinari specializzati nel monitoraggio delle fasi più importanti del ciclo produttivo di un frutteto, a partire dall’impollinazione. Questi nuovi robot sentinella, infatti, promettono maggiori rese in campo grazie alla loro capacità di identificare nelle piante la mancanza di impollinazione, processo indispensabile per la loro riproduzione.

robot-ladybirdI robot sono stati sperimentati in campi con mandorle, mele, litchi, avocado e banane. Si muovono discreti ai lati dei filari e, con la loro dotazione tecnologica fatta di videocamere, laser e software sono in grado di identificare e catalogare ogni singolo frutto con dei particolari algoritmi. I dati hanno mostrato diversi modelli di variazione di resa dovuti alla mancanza di impollinazione. In uno dei campi di prova l’agricoltore, grazie alla mappa dei robot, ha piantato più alberi da impollinazione, notando immediatamente dei miglioramenti. La nuova generazione di robot ha mostrato anche la capacità di identificare il grado di maturazione dei singoli frutti, aprendo così la strada alla raccolta totalmente automatizzata.